io quando avevo vent’anni avevo sonno.


i scream, you scream, we all scream for ice cream

In settimana mi sono immerso in una breve-media-lunga-vasta visione di film per combattere la noia. Dunque. Mi son visto:

Sicko di Michael Moore (2007)

Documentario che analizza e critica duramente il Sistema di assistenza sanitaria americano, ritenuto il ventottesimo al mondo, in una lista che lo vede subito dietro la Slovenia.

Interessanti testimonianze raccolte. Come quella della dottoressa Peeno che ha svelato e confermato la lucrosità e l’inumanità delle compagnie assicurative sanitarie. Oppure. Volontari che si sono prestati in aiuto l’11 settembre e che si sono visti negare le cure (garantite) dal governo americano. Ma anche altro…

Tutto per mettere ancora in bella mostra il paese che si autocandida il più “simpatico” e “genuino” del mondo. Magari può consolare chi dice che “in italia si sta male”…


La Polizia è Sconfitta di Domenico Paolella (1976)

Ambientato in una Bologna dove la polizia rimedia una serie di grosse figuracce, il commissario “all’americana” Grifi decide di formare una supersquadra di sbirri, rafforzandola e imbastardendola quanto gli uomini della malavita.

Al termine del film verrà da chiedersi: “Perchè la Polizia è Sconfitta?”. La risposta la si può trovare nella scena dell’ultimo pestaggio dove i cittadini di Bologna si fanno “giustizia da soli”.






La Decima VittimaLa Decima Vittima di Elio Petri (1965)

In un ipotetico futuro le guerre sono state sostituite dalla grande caccia, una sorta di sfida regolarizzata tra un cacciatore e la sua vittima, estratti a sorte tra i regolari iscritti a questo club internazionale, in cui è possibile eliminare l’avversario per dar sfogo ai propri istinti aggressivi. Chi rimane superstite a dieci cacce avrà diritto a onorate glorie e premi sostanziosi.

Protagonisti di questo film due splendidi Marcello Mastroianni e Ursula Andress, rispettivamente vittima e cacciatrice, entrambi superstiti di 9 cacce.







Daunbailò di Jim Jarmusch (1986)

Interpretato da Tom Waits, John Lurie e Roberto Benigni.

Un Dj che ha perso il lavoro, un magnaccia e un turista italiano decisamente fuori si ritrovano compagni in carcere. I primi due dentro dopo essere stati incastrati, l’ultimo per aver ucciso casualmente un uomo. Ne nascerà un’improbabile amicizia e un piano per scappare.

Una storia molto breve, che si caratterizza più per il carattere dei personaggi che dalla storia in se.


Vi lascio due estratti:

Annunci

Lascia un commento so far
Lascia un commento



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: